Aree interne, Tavolo istituzionale Alta Valtellina

Il percorso della Strategia d’area Alta Valtellina procede nell’attuazione degli interventi previsti.

Al fine di monitorarne l’andamento e verificare eventuali richieste di modifiche, è stato convocato dall’Assessore Sertori di Regione Lombardia il periodico incontro del tavolo istituzionale, che si terrà il 17 ottobre p.v. presso la sede del Parco Nazionale dello Stelvio a Bormio.

La riunione sarà l’occasione per una panoramica in merito allo stato di attuazione delle progettualità, di avanzamento finanziario e di aggiornamento rispetto ai molti interventi, sia per quanto riguarda le linee di finanziamento regionali (FESR e FSE), sia per le risorse stanziate a livello ministeriale attraverso la Legge di Stabilità, dedicate a Scuole e TPL.

Un’ approfondimento a parte sarà poi dedicato alle attività previste attraverso il Fondo Comuni di Confine, che concorre a sostenere le progettualità dell’area.

114 km di Valtellina in bici

Quasi un anno di lavoro e migliaia di fotografie per raccontare in un video di pochi minuti le bellezze dei paesaggi attraversati dal fiume Adda, pedalando per 114 km dalla foce sul lago di Como fino alla sorgente ai laghi di Cancano, in provincia di Sondrio: è il nuovo lavoro di Antonio Selva, dedicato al Sentiero Valtellina. 

“Ho utilizzato la tecnica dell’hyperlapse – spiega il ciclista e videomaker – Ognuno dei miei video richiede mesi di impegno. Io faccio per passione quello che dovrebbe essere il lavoro degli uffici turistici. Mi preoccupo del rilancio e della valorizzazione del nostro territorio”.

Valutazione Ambientale Strategica – Piano del Parco

Giovedi 10 maggio 2018, con inizio alle ore 10:30, presso il Centro Visitatori del Parco Nazionale dello Stelvio, Piazza Forba 4, Sant’Antonio Valfurva (SO), avrà luogo la Prima Conferenza di Valutazione Ambientale Strategica del Piano del Parco.

In tale occasione saranno presentati  il Documento di Scoping e il primo Documento Illustrativo del Piano del Parco del settore lombardo.

Verranno acquisiti pareri, contributi e osservazioni al fine di definire la portata e il livello di dettaglio delle informazioni da includere nel Rapporto Ambientale comprensivo dello Studio di Incidenza.

La conferenza è aperta al pubblico e, dopo la presentazione, saranno ammessi interventi, su richiesta da formalizzare in loco.